Come raggiungere i propri obiettivi

ambizioneMolte persone nascono ambiziose. La gente che gli sta intorno spesso invidia questa predisposizione, altri ne sono incredibilmente spaventati. L’ambizione è il desiderio di affermarsi, che nella natura umana, nella scalata all’affermazione, quasi sempre è indolore. Essere ambiziosi significa avere un piano, volerlo realizzare e raggiungere l’obiettivo. Spesso le ambizioni sono superiori alle capacità, ma il gioco delle coincidenze e delle opportunità si risolve a favore di chi ci prova. Per questo motivo si dice che la fortuna aiuta gli audaci. La storia insegna che anche i mediocri, talvolta, sono posti in una posizione troppo elevata per le loro abilità o sono chiamati a decidere su questioni che vanno al di là del loro orizzonte culturale, professionale, critico.

Eppure essere ambiziosi aiuta. Bisogna tenere a mente che non si può diventare qualcuno o qualcosa dall’alba al tramonto e che prima o poi si scontenterà qualcuno. Gli ambiziosi condividono con le persone di successo il primo tratto. Un ambizioso raggiunge il proprio scopo quando sente di averci provato e di essere soddisfatto, di avvertire una sensazione di pienezza. Non è un difetto essere ambiziosi, molto meglio che essere codardi.

Per raggiungere i propri obiettivi in modo veloce, occorre essere concentrati sugli stessi. La psicologia negli ultimi anni, anche quella da bar, ha sfornato tecniche di autoconvincimento che dovrebbero servire a incanalare tutte le energie verso lo scopo. Ma non basta il pensiero positivo. Altrimenti tutti realizzerebbero sogni, a scapito di chi? Quando una persona viene promossa in una posizione elevata è assai improbabile che ciò non vada a discapito di qualcun altro. Per questo per fare le cose che devono essere fatte occorre avere un metodo. Un metodo di lavoro che ti consente di procedere senza intoppi. E quando questi si presentano di risolverli chirurgicamente, procedendo punto per punto.

Osservate una qualunque scena in un luogo affollato. Ormai quasi tutti ficcano il naso nel loro smartphone e non si preoccupano del mondo che sta loro intorno. Eppure queste distrazioni sono vitali. Mettiamo che il vostro sogno sia quello di scrivere un romanzo. Credete di poterlo fare con la connessione sempre accesa? Ogni tanto aprendo Instagram, Facebook o chissà quale diavoleria? Essere concentrati significa ridurre al massimo le perdite di tempo, rimuovendo prima di tutto quelle azioni che si contraddistinguono per la loro improduttività. Chiediti sempre: tutto ciò giova a ottenere il mio scopo?

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*