Le processioni del Corpus Domini in Italia

La festa del Corpus Domini è una solennità che appartiene al calendario liturgico cattolico e celebra il sacramento dell’Eucaristia, nella festa del Corpo e del Sangue di Cristo. Avviene sempre la domenica successiva alla celebrazione della SS. Trinità, quindi quest’anno il 29 maggio anche se è una festa di precetto e dovrebbe essere festeggiata il giovedì (26 maggio). Con la festa religiosa, le manifestazioni popolari sono diventate molto importanti, in alcuni paesi a forte vocazione cattolica. In Spagna ad esempio è molto festeggiata: a Toledo c’è un importante processione, nella quale si esibisce l’ostensorio in argento. A Barcellona dragoni, santi e angeli vengono raffigurati in processione. Ci sono dei canti con bastone in onore del sacramento, balli che si svolgono anche a Siviglia e a Granada, dove la processione unisce agli angeli anche i diavoletti. In Italia, nella ricorrenza del Corpus Domini si svolgono diverse manifestazioni artistiche, artigiani che hanno un carattere scenografico davvero interessante. Di norma si svolgono delle processioni, nelle quali i balconi vengono addobbati di fiori che vengono gettati sul corteo al passaggio. Qui spesso vediamo dei manufatti delle botteghe artigianali, ma sono soprattutto i fiori ad avere il compito di scacciare gli spiriti malvagi. In alcune località, come Genzano, il lancio dei fiori assumete toni artistici, festosi, come la celebre Infiorata che prevede la realizzazione di un vero e proprio tappeto floreale sul quale procede la processione. In Umbria analoghe manifestazioni usano soprattutto dei fiori di ginestra, con scritti inneggianti al Cristo e alla Madonna.

Particolari manifestazioni con elementi e racconti drammatici si tengono in varie città del nostro paese. A Campobasso nella ricorrenza del corpus domini ha luogo una processione di macchine viventi, detta dei Misteri, che raffigurano scene sacre ed episodi della vita dei santi. Questa sfilata si svolge per le vie della città, vi partecipano numerose bande, lungo un percorso che viene deciso di anno in anno, dopo la presentazione di un calendario nell’inverno precedente. In Sardegna il premio dei viandanti è una festa minore di Sassari, legata a una delle antiche corporazioni di arti e mestieri responsabili della festa della discesa dei candelieri (Faradda), la festa piccola in sostanza anticipa quella “grande”.

Manifestazioni religiose e artistiche di questo tipo si rinvengono in altri centri italiani, come Poggio Imperiale, Ricadi in Calabria, Vigliano Biellese, Camaiore, tutte distinguendosi per una qualche particolarità che merita di essere vissuta di persona, approfittando anche della bella stagione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*