Percorsi alternativi in Italia: quali sono i borghi nel Lazio da non perdere

percorsi alternativi in italia

Che l’Italia sia un paese ricco di bellezze paesaggistiche e di storia da raccontare, non è certo una novità. Eppure, in mezzo alle destinazioni celebri che tutti conoscono e che vorrebbero visitare, ce ne sono alcune più nascoste e meno famose, ma non per questo meno belle e interessanti.

Questi paesi spesso si raggiungono attraverso percorsi alternativi in Italia grazie a cui è possibile conoscere atmosfere lontane e tradizioni suggestive che non si pensava neanche potessero ancora esistere.

Il Lazio di perle ne custodisce molte, alcune celebri, come Roma, il suo splendido capoluogo, o altre più nascoste. Proprio per questo, è una delle regioni più visitate dai turisti italiani e non solo.

Alcuni dei paesi e delle città da visitare, sono immersi nella campagna laziale, altri si trovano più in collina e altri ancora sono molto vicini al mare. I borghi più belli sono davvero molti e sono adatti a qualsiasi tipo di esigenza e di turista.

I borghi più belli del Lazio

Sarà per la presenza di una città splendida come Roma o per le sue atmosfere uniche, fatto sta che a rendere più interessante il Lazio ci sono molti borghi che meritano di essere visitati. Eccone alcuni.

1. Acquapendente. Situato in provincia di Viterbo, Acquapendente si trova nella parte più settentrionale del Lazio. Le sue origini sembrano risalire al 964, quando Ottone I fece costruire qui un castello. Nonostante le dimensioni ridotte del suo centro storico medievale, ci sono molte attrazioni da visitare come chiese, torri e palazzi.

2. Anguillara Sabazia. Sui rilievi dei Monti Sabatini, Anguillara Sabazia è un borgo lacustre sulla sponda sud-orientale del Lago di Bracciano. Meritano assolutamente una visita il borgo antico, la sorgente dell’Acqua Claudia e il villaggio neolitico de La Marmotta.

3. Ariccia. Adagiata su una rupe di tufo, Ariccia in provincia di Roma, è un borgo elegante che ha conservato abbastanza bene le originarie linee urbanistiche, nonostante le conseguenze della seconda guerra mondiale che non hanno lasciato indenni le altre cittadine dei Castelli Romani. Molte sono le cose da visitare, tra cui il Palazzo Chigi con le opere del Bernini e il suo parco.

4. Arsoli. Situato a 473 metri di altezza sui Monti Simbruini, Arsoli si trova in provincia di Roma. L’unico modo per accedere alle sue bellezze e scoprire il suo centro storico è attraverso una suggestiva passeggiata.

5. Arpino. Tra il fiume Liri e il fiume Melfa, Arpino vanta ricchezze sia storiche che architettoniche. Situato a 450 metri d’altezza, questo borgo conserva palazzi e castelli affascinanti.

Come arrivare

Se si desidera scoprire i borghi più nascosti del Lazio è necessario utilizzare l’auto (meglio se a noleggio perché conveniente e comodo) in modo da poter sfruttare al meglio i percorsi alternativi di cui l’Italia è ricca e scoprire bellezze nascoste e luoghi inesplorati. Nessun altro mezzo come l’auto permette di poter avere una così grande flessibilità e per i viaggi on the road è assolutamente un elemento fondamentale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*