Scuola di massaggi a Roma

Il massaggio ha origini molto antiche. È una pratica fisica, di benessere e salute, ben documentata in Cina prima dell’era volgare, dove era praticata insieme all’agopuntura e all’erboristeria tradizionale. Il massaggio veniva praticato anche dagli antichi Egizi, che utilizzavano unguenti particolari da spalmare sulla pelle. Per i greci e i romani era un corredo fondamentale del bagno, soprattutto alle terme, nelle case dei più ricchi, dove si poteva disporre di massaggiatori esperti. I medici come Ipoccrate e Galeno difendevano la pratica e se ne facevano portavoce e questo sostegno si rinviene nella medicina araba che si diffuse durante la conquista. Con l’aumento delle conoscenze sul funzionamento fisiologico del nostro corpo divenne sempre più chiaro che al massaggio potevano essere affiancate delle soluzioni empiriche, un metodo scientifico che comprovasse l’utilità, nonostante il forte carattere intimo che essa possedeva. Fu verso la fine del secolo XIX che esso si impose definitivamente come pratica medica, grazie agli studi portati avanti in Francia e in particolare in Svezia.

Il massaggio svedese

Qui il massaggio veniva usato in una grande varietà di condizioni e discipline, e fu grazie al suo successo che si estese anche nei paesi di lingua inglese. L’avvento dell’elettroterapia sembrò metterne in discussione la diffusione, ma essa fu rilanciata con l’avvio degli sport professionistici e soprattutto con le scoperte relative ai benefici dei massaggi sull’apparato cardiocircolatorio. Molti eminenti medici hanno sottolineato l’azione benefica dello sfioramento superficiale del dorso in particolare condizioni di difficoltà motoria, inducendo spesso un senso di rilassamento e riposo, che aiuta il corpo a riprendersi. Il massaggio è una tecnica che comporta non solo lo sfregamento della pelle e dei muscoli, ma anche di precise zone del corpo coincidenti con particolari organi o tessuti.

Le tecniche principali di massaggio sono

  1. il massaggio superficiale che prevede sia lo sfioramento, sia la frizione
  2. il massaggio profondo, che si opera mediante impastamento, pressione o vibrazione
  3. il massaggio connettivale che riguarda i tessuti connettivi.

Frequentare una scuola di massaggi a Roma

Per praticare queste tecniche oggi serve essere abilitati, frequentando un corso di formazione professionale per diventare massaggiatore. Le possibilità lavorative in Italia sono molto interessanti: il massaggiatore è richiesto nei centri di bellezza, nelle spa (anche all’interno di hotel, resort, navi da crociera), in strutture di riposo e di ristoro, inoltre si può svolgere la professione di massaggiatore anche in proprio. Essa non va confusa con quella del fisioterapista, che prevede uno specifico corso di studi e riguarda conoscenze mediche sulle funzioni motorie e muscolari superiori, tanto che ha un inquadramento sanitario. Molte organizzazioni e società, anche riconosciute dal pubblico, rilasciano l’abilitazione alla professione, in varie città, con scuole di massaggi a Roma, Milano, Torino e nei principali centri delle regioni, che consentono a chiunque sia interessato e abbia questa passione, a conseguire il titolo per l’abilitazione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*